La moda cambia, la nuova moda è a Roma.

In una location magica ed immersiva come gli Studios di Cinecittà, dal 2 al 4 febbraio abbiamo partecipato ad Altaroma, l’evento della moda nella capitale che segue a Milano e Pitti Firenze.

«Altaroma resta uno dei momenti di maggiore aggregazione del panorama della Moda e vogliamo dare ancora una volta un segnale positivo»  dichiara Silvia Venturini Fendi, Presidentessa di Altaroma.

La Roma Fashion Week è di fatto il canale di sviluppo e di internazionalizzazione dedicato alle realtà imprenditoriali emergenti e supporta i giovani talenti grazie alla stretta collaborazione con la Camera di Commercio di Roma e la Regione Lazio. Varcando la soglia dell’ingresso di Cinecittà, si percepisce un’aria particolare, carica di creatività ed energia, che preannuncia lo show delle tre giornate all’insegna della moda. Il calendario firmato Altaroma, si articola tra sfilate monobrand e manifestazioni collettive denominate “Rome is my runway”, showcase ed eventi nella capitale. Diversamente da Milano, che sul territorio nazionale si occupa di mostrare le nuove collezioni dei brand di Alta Moda, i tre giorni di sfilate dedicate alla moda romana presentano le nuove leve del fashion, oltre ad avere tra i partecipanti brand particolarmente legati all’evento Altaroma come Casa Preti.
L’attitude della maggior parte delle collezioni presentate, ribalta drasticamente l’approccio di una moda estetica, per puntare il tutto per tutto su orizzonti che siano molto più legati alla persona, intesa come corpo. Se siamo abituati a percepire le varie sfilate come presentazioni di opere d’arte talvolta importabili, Altaroma quest’anno ha dato prova del cambio di rotta, portando in passerella brand che oltre a porre l’attenzione sull’utilizzo di materiali sostenibili, cominciano ad avere come punto di riferimento target di persone “reali,” con necessità di movimento e comodità. È il caso di Muusa, che presenta una collezione dallo stile multifunzionale, caratterizzata da una minuziosa attenzione al dettaglio, con finiture di ogni capo realizzate a mano ed interamente in cashmere LOROPIANA. Presentano una collezione, pensata per le mamme e i propri piccoli da 0 12 mesi, proponendo un modo avanzato di indossare uno stile, che sia in grado di muoversi con il corpo. È quindi la fluidità e la relazione con il proprio corpo il motto di Altaroma 2022. Nello specifico, collezioni come quella di Simon Cracker, che attua il concetto di moda fluida, vestendo modelli con abiti concettualmente da donna e viceversa e rivisitando in modo sconvolgente il classico “wedding-look.”

Questa nuova esigenza di una moda legata alla libertà di espressione oltre che del proprio Io (caratteristiche estetiche) del proprio corpo, lo troviamo anche oltre gli spazi dedicati alle sfilate, all’interno dello showcase. Organizzato all’interno della Basilica Aemilia, SHOWCASE è un ambiente che permettere a buyer, giornalisti ed ospiti di scoprire tutto il mondo celato dietro ad un bel capo. Permette di creare quel moto di energia che genera collaborazione, inclusione, scambio, dando la possibilità di conoscere di persona gli ideatori e i realizzatori delle collezioni. Per quanto riguarda la tipologia di pezzi presentati, non troviamo solo capi di abbigliamento, ma anche gioielleria, calzatura e accessorio.

L’eterogeneità dei pezzi presentati e la professionalità delle varie lavorazioni, ci permette di capire quanto la moda contemporanea stia puntando ad un ritorno sempre più capillare alle vecchie maestranze, agli antichi metodi di lavorazione di tessuti e metalli, ad una ricerca molto più approfondita di ciò che davvero risulta necessario al target di riferimento di ogni brand.
È stato molto interessante notare come la maggior parte degli stilisti, abbia prediletto nelle proprie collezioni capi che fossero se non eco al 100%, quantomeno in grande percentuale composti da materiali sostenibili, oltre ad aver rilevato all’interno del concept legato alle collezioni presentate, una profonda adesione alle realtà e necessità sociali.

Inoltre, coniugando le parole creatività – ambiente – innovazione, pensiamo subito al grande lavoro di CDC_STUDIO, che porta una collezione di capispalla, interamente realizzati con un tessuto unico brevettato dal marchio Còéo, che ricava questo materiale da polietilene post-consumo, certificato EUCERPLAST.

Una volta attraversato lo Showcase, entrando nell’abside della Basilica, abbiamo visitato la mostra Startup Fashion Academy. I capi presenti, sono stati creati dagli studenti partecipanti all’omonima scuola di impresa per giovani designer delle Accademie di Moda, promossa da Lazio Innova in collaborazione con Altaroma. Molto diversi per concept e forme, studiati nel dettaglio anche per il tessuto scelto, i vari outfit rispecchiano l’eccellenza che si trova nelle scuole e accademie romane, sottolineando la necessità di ambienti come quello di Altaroma, per l’evoluzione e la consolidazione di spazi dedicati alla moda sul territorio.

É quindi questa, l’onda che segue le giornate dedicate ad Altaroma. Sostenibilità, creatività ed innovazione, con un occhio al passato e la mano che tende al futuro. E parlando di futuro, si vuole intendere una moda che cominci realmente ad adoperare il suo potere sulla società, sempre posseduto, ma forse non sempre ben utilizzato. Sapere che tanti designer emergenti presenti in questi giorni, hanno come puntifermi l’abbattimento totale dei canoni estetici legati all’abbigliamento e la rivalutazione di tutte le vere necessità in ambito sociale non solo in senso estetico ma anche, anatomico e  ambientale, ci fa porre solo una domanda:

Nonostante la netta differenza, per fasto e nomea, dalle passerelle milanesi, potrebbe forse la nuova moda presentata da Roma, essere quella che ci prospetta il futuro?

Una opinione su "La moda cambia, la nuova moda è a Roma."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: