2022: come inizia per la moda

Buon anno lettrici e lettori di Soup! Questo 2022 è appena iniziato e, nonostante i presupposti non siano ottimi, la moda ha scelto di provarci, di non fermarsi e di proporre comunque i suoi eventi per gennaio. A dicembre ci siamo salutate/i con le news della categoria tips, ma adesso è arrivato il momento di rientrare nel vivo del fashion system con un articolo che riguarda soprattutto l’hot topic di questo periodo: le fashion Week!

In questa news vi spiegherò come sta iniziando questo anno per la moda e cosa possiamo aspettarci per i mesi di gennaio e febbraio. Gli eventi ci saranno? saranno digital o fisici? Per ora posso darvi delle notizie certe ma vi avviso che potrebbero cambiare da un momento all’altro.

Pitti: già due cancellazioni

Gennaio è tratta ovviamente il mese destinato alla moda maschile che per il 2022 inizierà con un’edizione fisica di Pitti Uomo. Il salone fiorentino inaugurerà gli eventi e sarà seguito dalle classiche fashion week. Io ovviamente spero che tutto venga confermato e si svolga nel pieno delle possibilità ma le cattive notizie non tardano ad arrivare dal fronte fiorentino. Negli ultimi giorni sono state comunicate già due assenze importanti per il salone e tra gli insiders i sentimenti sono contrastanti. Brunello Cucinelli si era già tirato indietro ma ora si è aggiunto un altro brand che in questo momento è sotto i riflettori. Ann Demeulemeester ha rinunciato all’edizione di gennaio del Pitti e ha rimandato la sua presentazione a giugno. Povero Pitti troppa sfiga? Non direi perché anche da Milano arrivano notizie scoraggianti da uno dei big.

Armani annulla le sfilate di gennaio

Notizia freschissima è che Armani ha deciso di annullare le sfilate previste per il mese di gennaio. La decisione, presa dopo un’attenta riflessione, coinvolgerà la collezione uomo Emporio Armani e Giorgio Armani per l’autunno/inverno 2022-23, che avrebbero dovuto sfilare a Milano rispettivamente sabato 15 e lunedì 17 gennaio, nonché la sfilata Giorgio Armani Privé per la primavera/estate 2022, in programma il 25 gennaio durante la Settimana della Haute Couture di Parigi.

MFW: JW Anderson sceglie l’Italia

Prima buona notizia che aveva inaugurato il ritorno di Moda Uomo a Milano (in programma dal 14 al 18 gennaio 2022) è stato l’annuncio di JW Anderson. Il designer, figura di punta della scena londinese, ha scelto di presentare a Milano la collezione per l’uomo e le pre-collezioni autunnali. La Camera Nazionale della Moda Italiana ha accolto con grande entusiasmo la notizia: si tratta di uno dei designer più in hype in questo momento che gode non solo di fama e rispetto per la sua linea ma anche per il successo riscosso con la direzione creativa di Loewe. UPDATE: l’ufficio stampa di JW Anderson ha appena comunicato che la sfilata avverrà in formula digitale e sarà trasmessa sui canali di Camera Moda domenica 16 gennaio alle 20.

Parigi accoglie i nuovi talenti

La fashion week parigina è prevista dal 18 al 23 gennaio 2022 e ha fatto già parlare di sè. Nonostante Parigi abbia perso JW Anderson e 1017 Alyx 9SM, che alla Tour Eiffell hanno preferito il Duomo, i presupposti sembrano davvero interessanti. Parigi accoglierà 77 case di moda di cui 42 in calendario ma la notizia entusiasmante è che ci saranno otto nomi inediti nel programma ufficiale delle sfilate e dieci designer emergenti nelle presentazioni. Alcuni di questi nomi non sono proprio sconosciuti, anzi si sono già distinti in concorsi e iniziative/eventi simili. Eccoli:

  • Amiri è il brand dallo stile rock e glamour fondata da Mike Amiri. Il designer nominato quest’anno miglior stilista maschile dal Council of Fashion Designers of America, si è specializzato nella moda iniziando a disegnare jeans ed ha raggiunto il successo grazie alle collaborazioni con diverse band musicali per poi lanciarsi nel suo progetto di denim d’alta gamma. Amiri si era già presentato a Parigi con una presentazione nel 2018; UPDATE: Amiri non è più presente nel calendario definitivo.
  • Bianca Saunders, vincitrice del Premio Andam 2021 e finalista del LVMH Prize nello stesso anno, deve il suo successo ad uno stile minimal, contemporaneo e casual dalle linee rilassate;
  • Kidsuper ha debuttato a Parigi durante le Fashion Week digitali di luglio 2020 e giugno 2021. Si è distinto al LVMH Prize aggiudicandosi il Premio Karl Lagerfeld/Menzione Speciale della Giuria;
  • Masayuki Ino, vincitore del Premio LVMH nel 2018, che ha creato la sua etichetta Doublet nel 2012. Doublet ha anche partecipato al programma fisico delle presentazioni parigine nel giugno 2018;
  • Rains, il marchio danese di abbigliamento antipioggia fondato da Daniel Brix Hesselager, Philip Lotko Wormslev e Kenneth Davids è noto per i suoi abiti urban-chic e leggeri.
  • EgonLab fondata nel gennaio 2019 da Florentin Glémarec e Kévin Nompeix, propone a uomo e donna uno stile mascolino con influenze streetwear;
  • Bluemarbel è stata ribattezzata così da Anthony Alvarez,nel 2019, la sua casa di moda è stata fondata nel 2017 come OneCulture, traendo ispirazione per ogni collezione da un luogo o una città diversi.

UPDATE: L’ottavo nome, quello su cui puntavo di più e mi aspettavo veramente il boom, è VTMNTS la neonata linea “di lusso discreto e sostenibile” lanciata la scorsa estate da Guram Gvasalia, ora alla guida di Vetements, il popolarissimo brand di streetwear di lusso fondato nel 2014 con il fratello Demna. Purtroppo VTMNTS ha cancellato il suo evento e non è infatti più presente nel calendario finale.

Io sono anche impaziente di vedere la sfilata di Louis Vuitton: a quanto pare la collezione che sarà presentata è l’ultimo lavoro di Virgil Abloh. Se siete particolarmente curiose/i i lascio i nomi dei brand protagonisti delle presentazioni aggiunte in calendario alla Paris Fashion Week: Airei, Winnie, Liberal Youth Ministry, Lukhanyo Mdingi, Namesake, Solid Homme, Songzio,, Youths in Balaclava, Steven Passaro e Vuarnet.

UPDATE: per la Fashion Week di Parigi sono state confermate soltanto 17 sfilate in presenza.

Francoforte cancella gli eventi

La Frankfurt Fashion week resterà in cantiere per questo 2022: a causa della situazione epidemiologica in peggioramento gli eventi sono stati annullati. Speriamo siano gli unici e che le altre fashion week europee, pensate in versione ibrida digital+fisica, possano tenersi regolarmente.


Febbraio

Gucci torna alla MFW

La dichiarazione è arrivata direttamente da Bizzarri, CEO e Presidente di Gucci, durante il 26esimo Pambianco Fashion Summit: Gucci tornerà a sfilare regolarmente a Milano. La prima sfilata si terrà a febbraio 2022 durante Moda Donna e seguiranno due show unificati in primavera e a settembre. Impressioni? Io ho subito pensato che la volontà di Gucci di uscire dal calendario fosse stata accolta con troppo clamore dal pubblico e fosse stata vista da subito come un colpo di testa, una volontà di rivoluzionare il fashion system a piccoli passi. A me era sembrata più un’ottima trovata per adattarsi al momento mascherata da indipendenza. Non saprei dire se il ritorno di Gucci sia un passo indietro o un passo avanti ma a me non ha stupito, insomma le cose vanno meglio e si torna alle vecchie abitudini…è praticamente un cliché!

MFW: l’unione fa la moda

Per la prossima Fashion week di febbraio Milano ha scelto di rafforzare l’attenzione sull’appuntamento italiano con la moda. Camera Moda, White e Camera Showroom Milano hanno unito le forze per potenziare il numero di buyer internazionali nel capoluogo lombardo e incrementare la presenza di micro-piccole e medie imprese agli eventi. Vorrei puntare l’attenzione anche ad altre iniziative connesse alla Fashion Week che potrebbero essere molto interessanti:

  • Csm Meet Sustainability evento dedicato ai brand green che esporranno in showroom connessi a Csm;
  • Waooo, l’app per smartphone inaugurata a settembre 2021 che permette agli utenti di seguire gli eventi online;
  • Viamadeinitaly, la piattaforma digitale dedicata alla digitalizzazione delle aziende artigianali e manifatturiere affinché possano trovare nuovi clienti internazionali.

Sento già che questo articolo diventerà inutile molto presto vista la velocità con cui tutto cambia in questi anni, ma vi prometto che vi terrò aggiornate/i su tutti i cambi di programma.

Intanto se vi va ditemi cosa ne pensate del ritorno degli eventi fisici, delle varie cancellazioni e di quello che si prospetta per febbraio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: