Laju: moda slow e…illustrata!

Sentiamo spesso dire che “l’unione fa la forza” e la storia in cui state per immergervi è la dimostrazione che ci sono progetti che non sarebbero mai nati senza un incontro.Non parlo solo dell’incontro tra Laura e Juls che nel 2021 ha dato vita a Laju, ma anche dell’incredibile capacità che hanno avuto di unire le loro competenze in un progetto coerente che guarda al futuro della moda.
Non vi anticipo nulla, godetevi l’intervista e scoprite Laju Slow Apparel raccontato direttamente dalle due founder.

Altaroma: ho scelto quattro prefe

Quello che preferisco di Altaroma, il valore aggiunto dell’evento, è che si tratta di una vera e propria vetrina per designer emergenti e per progetti work-in-progress ma anche per gli studenti che presentano il lavoro finale proprio in questa occasione.

Negazione ed esaltazione in Balenciaga

In Balenciaga un’idea non trascura l’esecuzione, l’ispirazione è sempre terrena ma orientata al metaverso, lo studio del nuovo non compromette la perfezione del risultato finale, la devozione alla pop culture non svuota di significato.

Donne di potere che tolgono potere alle donne

“E’ assurdo come nella mia vita io possa associare tantissime persone di potere a pessimi giudizi. Non fraintendetemi, non parlo di un giudizio avventato e generalista basato sull’invidia. Parlo di quanto ci si aspetti correttezza e morale e soprattutto equilibrio da qualcuno che risulta essere particolarmente rilevante nell’ambiente in cui ci muoviamo.

Insomma non vorrete farmi credere che vi aspettaste che Elisabetta Franchi, famosa per essere un’imprenditrice DONNA che ce l’ha fatta, fosse devota ad una politica aziendale discutibile.”

Le critiche a Off-White: puritanesimo della moda?

“quello che ci tengo a dire è che ho immancabilmente associato questa critica ad una più ampia, mossa continuamente a qualsiasi espressione esuli dalle classiche visioni moda. Ed è così da sempre.”

Eden Le Mirage: tra nail art e moda

Quella di oggi è in realtà una vera e propria intervista in cui Maria Eden, che io ho conosciuto già tempo fa su Instagram, racconta il suo lavoro e il suo progetto. Ho avuto il piacere di collaborare con Eden e sono super felice di poter parlare di lei qui su Soup. Spoiler: una delle nostre ultime collaborazioni uscirà a breve!

La moda cambia, la nuova moda è a Roma.

n una location magica ed immersiva come gli Studios di Cinecittà, dal 2 al 4 febbraio abbiamo partecipato ad Altaroma, l’evento della moda nella capitale che segue a Milano e Pitti Firenze. «Altaroma resta uno dei momenti di maggiore aggregazione del panorama della Moda e vogliamo dare ancora una volta un segnale positivo»  dichiara Silvia Venturini Fendi, Presidentessa di Altaroma.

MFW.fw22: cosa ho visto

E’ l’ultimo giorno di Febbraio, sono appena tornata a casa dopo tre giorni a Milano per la Fashion Week dedicata alle collezioni donna Autunno Inverno 22/23. Ho tantissime cose da raccontarvi e lo farò in vari articoli. In questo primo resoconto voglio raccontarvi il contesto e soprattutto le cose che ho visto personalmente: presentazioni, sfilate, happening, cocktails.

Moda e Letteratura: il caso Etro. pt2

Eccoci finalmente con il secondo appuntamento dedicato a “Moda e Letteratura: il caso Etro”. In questa seconda parte parleremo della collezione nei singoli capi e nello stile generale, per analizzarla e per capire ancora più a fondo le connessioni che Etro e Adelphi hanno voluto sottolineare.A questo proposito vi introduco subito le ospiti di questo articolo: Rebecca Restante e Giusy Ronchi hanno partecipato all’articolo creando due paragrafi dedicati proprio a due titoli della Piccola Biblioteca Adelphi che mostrano diverse correlazioni con la collezione di Kean Etro.

Resoconto bipolare di Paris Haute Couture. ss22

Questa volta più di altre sono sconcertata dall’incredibile dislivello che si è creato da una maison all’altra che ha evidenziato le incredibili incapacità di alcuni di questi personaggi della moda di proporre ad oggi delle collezioni che abbiano un senso. Non parlo di gusto personale ma di significato, un elemento che in un arte comunicativa ma mutevole come la moda non può mancare. Soprattutto nella Haute Couture.